Daily Archives: 26 Marzo 2019

Danno da insidia stradale: cosa si deve fare per ottenere un risarcimento?

0 Comment

Danno da insidia stradale: cosa si deve fare per ottenere un risarcimento?

Oggi parliamo di insidia stradale. In una città come la nostra, sarà capitato a tutti, purtroppo, di avere a che fare con manti stradali dissestati, buche insidiose e quant’altro. Stiliamo allora una serie di informazioni che possono tornare utili se si incappa in un’insidia di questo tipo.

Innanzitutto, chiariamo il significato di insidia stradale:

Il concetto di insidia stradale e di trabocchetto si caratterizza come una situazione di pericolo occulto, connotato dalla non visibilità (elemento oggettivo) e dalla non prevedibilità (elemento soggettivo), ovvero dalla impossibilità di avvistare per tempo il pericolo onde poterlo evitare (cfr art. 2043 e 2051 cc).

Quali sono gli aspetti che concorrono all’ottenimento di un risarcimento da parte della pubblica amministrazione?

Elemento determinante per stabilire se un danno dovuto a insidia stradale dia diritto a risarcimento è la sua “prevedibilità”.

Ad esempio, se la buca che ha provocato il danno è molto grande, e quindi di facile individuazione, si ridurranno sensibilmente le possibilità di ottenere un risarcimento.

 

Le condizioni di visibilità

Rientrano in questa categoria tutti i fattori che concorrono all’occultamento dell’insidia stradale. Si potrà ottenere più facilmente un risarcimento dunque se il buio e la mancanza di illuminazione, oppure l’acqua piovana o le foglie secche, hanno pregiudicato l’individuazione di una insidia stradale.

 

Le caratteristiche della strada

Si pensi ad esempio, a quando, nonostante la presenza di una segnaletica che indica il dissesto del manto stradale, si decide comunque di percorrere quella strada. In questo caso, non si potrà dare la responsabilità del danno alla pubblica amministrazione.

Pertanto, possiamo dire che non si ha diritto a risarcimento quando l’insidia è causata da una circostanza imprevedibile, come ad esempio una buca formatasi a seguito di una forte pioggia, oppure quando il danno è provocato da disattenzione o cattivo giudizio del danneggiato, come ad esempio inciampare in una buca molto grande, presente già da diverso tempo, in una strada che il danneggiato percorre abitualmente.

 

In caso di un danno da insidia stradale cosa è bene fare, dunque?

Occorre:

  1. Documentare l’insidia stradale, con foto alla causa del pericolo.
  2. Dimostrare i danni causati dalla stessa.
  3. Provare il nesso di causalità, evidenziando che è stata unicamente quella insidia a causare il danno.
  4. Provvedere a raccogliere eventuali testimonianze.

Una volta fatto ciò la richiesta di risarcimento danni si può inoltrare via PEC alla Pubblica Amministrazione.

Nel caso in cui la richiesta non dovesse andare a buon fine, ci si rivolgerà ad un avvocato che saprà intraprendere la causa legale volta a ottenere il risarcimento.

Contattaci subito per ricevere un primo consulto gratuito.

Tel: 06.39751289335.8035031

info@studiolegalefrancobarbieri.it